Progetto RICIlluminando: La Storia

Il "Progetto Ricilluminando" nasce nel 2003, ma affonda le sue radici nel lontano 1990 con i primi timidi approcci all'uso di materiali di scarto.
Questo interesse porta alla realizzazione dal 1990, in autoproduzione ad una prima serie di lampade assemblate con oggetti e materiali di recupero.
Dal 1990 al 2000 sviluppo una serie di lampade che hanno per tema l'utilizzo di vecchi lampadari, bottiglie, paralumi ed altri materiali, è una prima serie di oggetti nati dal recupero di materiali vari giunti alla fine del loro ciclo "vitale".
La prima serie di lampade viene esposta in alcune mostre di Hobbistica ed artigianato.
Nel 2002 la passione per la fotografia mi porta a lavorare nel settore dello sviluppo e della stampa fotografica, in questo contesto vengo a contatto con un materiale di scarto della lavorazione di stampa, il tubo in cartone.
Nel 2003 il tubo in cartone dà il via ad una seconda serie di lampade, Nascono così le “Sculture di luce”.
Lo scopo era quello di generare sculture luminose a tutto tondo, ad ogni angolo visuale un diverso effetto luminoso, una luce tridimensionale.
Da spente sarebbero state delle "semplici" sculture.
All'inizio pochi tagli geometrici ed effetti di luce abbastanza lineari.
In seguito un crescendo di fori, incisioni ed intagli più complessi con effetti pittorici più marcati.
Come se la tela dell'autore si avvolgesse attorno alla fonte luminosa.
Le “Sculture di luce” sono una serie di lampade da tavolo dal design unico e dalla realizzazione completamente artigianale.
Design, creatività e grande passione hanno dato alla "luce" Ricilluminando.
Il Progetto RicIlluminando propone una alternativa al recupero ed al riciclo più o meno "creativo" dei materiali.

Partendo da un oggetto finito ma non più "utile o utilizzabile" si può comunque effettuare un restiling dell'oggetto stesso in termini estetici e/o funzionali, in alternativa si può anche procedere al recupero dei singoli elementi da poter poi riassemblare o riutilizzare in altri oggetti.

Un "vecchio" lampadario può, con semplici modifiche, diventare una elegante lampada da tavolo, questo è un semplice esempio di come osservare meglio ciò che ci circonda...

Anche altri materiali, comunque, possono ottenere una nuova vita, scatole di biscotti, bottiglie in vetro, tappi di bottiglie, plafoniere, vasi e sottovasi, paralumi..., tutti gli oggetti possono avere una seconda vita.

Negli ultimi anni ho sempre più spesso rivolto la mia attenzione ad un materiale di difficile lavorazione ma con effetti finali di evidente rilievo, questo materiale è il tubo in cartone. Con quest'ultimo gli effetti luminosi divengono "scultorei", la luce viene modellata dal materiale, e questo, a sua volta, diviene scultura.

Le “Sculture di luce” sono una serie di lampade da tavolo dal design unico e dalla realizzazione completamente artigianale.
La luce viene “scolpita”: incisioni, fori ed intarsi sono praticati nella materia che si... avvolge attorno alla luce generando effetti sempre variabili e atmosfere coinvolgenti.
Da spente, le lampade, si configurano come vere e proprie sculture, incisioni, fori e tagli vengono modellati dalla luce che li circonda. L'accensione rivela una luce morbida, affascinante e tridimensionale, l'osservatore viene stimolato a girare intorno.
I materiali sono prevalentemente di recupero e/o di riciclo. il materiale principe è il tubo in cartone pressato multistrato. Quest’ultimo, duro come il legno, si presta ad essere inciso, tagliato, forato, colorato....
Per la modellazione delle basi, sempre manuale, si utilizza prevalentemente il legno multistrato (da 3 o 4 mm), spesso anch’esso di recupero. In alcuni casi vengono adoperate delle pietre naturali opportunamente lavorate.
Si utilizzano altresì barattoli o bottiglie in vetro, tubetti di plastica, tessuti vari.
Gli attrezzi utilizzati sono il cutter, il seghetto, la lima, la raspa e per bucare o fresare il mini trapano.
I soggetti variano dal floreale al fotografico, dal geometrico all’etnico. Qualche volta attingo a temi artistici.
Concludendo si può dire che: la tela dell’autore si avvolge attorno alla sorgente luminosa... generando una scultura tridimensionale.
Ad ogni angolo visuale corrisponde una veduta del tutto particolare e un effetto di luce differente...
...una nuova Emozione.

Il materiale rivive, la mano lo modella, il design prende forma e... Scolpisce la Luce.

Isidoro Riggi